Il benessere degli arti inferiori

Per il benessere delle nostre gambe, innanzitutto è necessario occuparsi della salute delle vene e dei capillari venosi. Tra i sintomi più comuni dell’insufficienza venosa ricordiamo: dolore, gonfiore, senso di pesantezza, formicolio, prurito, crampi. Questi ed altri sintomi correlati tendono a peggiorare di notte. Si intendono per varici le dilatazioni delle vene diffuse o localizzate in zone nodose che sono dovute a un tono insufficiente della parete venosa o al danneggiamento delle valvole.

Tra le cause più comuni dell’insufficienza venosa, disturbo soggetto a forte ereditarietà, ricordiamo la sedentarietà, il sovrappeso, gli squilibri nell’alimentazione, il fumo, l’eccessiva esposizione ai raggi solari, l’abuso di farmaci e l’utilizzo frequente di abiti molto attillati. La fragilità capillare è palesata dalla comparsa di piccole macchie, prima di colore rosso-viola poi giallo-bluastro, causate dallo stravaso di sangue seguente alla rottura delle pareti dei vasi.

Per rinforzare i vasi capillari è importante innanzitutto agire sull’alimentazione (in particolare garantendo un adeguato apporto di vitamina C e di flavonoidi: di questi ultimi, ottime fonti sono i frutti di bosco, le ciliegie, le prugne viola, l’uva ma anche cipolle, legumi, prezzemolo e tè verde), combattere la ritenzione idrica e seguire buoni stili di vita (per esempio evitando l’eccessiva esposizione al sole, scaricando lo stress e mantenendo il giusto peso-forma).

Diversi estratti fitoterapici possono offrire un aiuto concreto per migliorare la circolazione degli arti inferiori, sia per uso esterno che per uso interno. Il Meliloto è utile per ridurre il gonfiore in caso di insufficienza venosa e varici. Il Rusco, antinfiammatorio ed astringente, aiuta a ridurre il senso di pesantezza alle gambe. L’Amamelide è frequentemente utilizzata in caso di flebite o infiammazione venosa, un disturbo che non deve essere assolutamente trascurato perché può essere dovuto a cause patologiche anche gravi (es. presenza di coaguli di sangue, detti trombi). Ricordiamo ancora, in particolare per tonificare il microcircolo, il Mirtillo nero, protettore dei capillari e riassorbente degli edemi, e la Centella, una delle piante più efficaci nel cicatrizzare e rinforzare le pareti vasali.

Secondo diversi autori, infine, quali il Dott. Piterà e la Dott.ssa Campanini, i macerinati glicerinati delle gemme di Castagno e Sorbo sono utili in associazione in caso di insufficienza veno-linfatica a carico degli arti inferiori.

    Questo sito utilizza cookie che consentono di agevolarne la gestione e personalizzare la tua visita. Usando il sito accetti che siano utilizzati cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi